giovedì 18 maggio 2017

Messaggio pubblico di Marcello Pamio indirizzato al Ministro della Salute Lorenzin invitandola a dimettersi dalla carica

Pubblico uno stralcio del messaggio pubblico di Marcello Pamio indirizzato al Ministro della Salute Lorenzin

Maggio 2017 | Avvocato Gabriella Filippone | Rassegna stampa | Le notizie on line |



LETTERA MESSAGGIO PUBBLICO DI MARCELLO PAMIO INDIRIZZATO AL MINISTRO DELLA SALUTE LORENZIN

http://www.disinformazione.it/Dimissioni_Lorenzin.htm

 Immagine: Il Ministro Lorenzin visita il Centro di Radioterapia  Campus Biomedico Roma | via Flickr











"Potete ingannare tutti per un po’




potete ingannare qualcuno per sempre




ma non potete ingannare tutti per sempre."






Abramo Lincoln










VIDEO: Inaugurazione di Mussolini dell'Istituto di Radiologia al Policlinico di Roma (1936)


Descrizione sequenze:facciata del nuovo Istituto di Radiologia; immagini delle aiuole antistanti l'edificio e degli alberi che vi crescono ; Mussolini arriva davanti all'Istituto, scendendo dall'automobile e salendo rapidamente le scale; corteo delle autorità fasciste all'interno dell'Istituto; corridoio interno dell'Istituto con un medico che vi cammina; biblioteca e sala lettura dell'Istituto; un medico è seduto ad un tavolo e consulta un libro su un leggio; interno di una sala medica; aula piena di sedie ; interno di un laboratorio con diversi macchinari scientifici; immagine di un macchinario per la 'gammaterapia' ; scritta in alto:' impianto 800.000 volt' ; immagine di apparecchiature radiologiche con un medico sullo sfondo che le osserva; altri macchinari radiologici; lettino sul quale vengono eseguite le lastre; un uomo in piedi davanti ad una lastra con dei radiologi intorno; macchinario che misura l'intensità delle radiazioni; immagini della stanza di sviluppo delle lastre radiologiche; Mussolini cammina all'esterno tra altri gerarchi fascisti ; Mussolini esegue il saluto fascista e si avvia; veduta dell'edificio dell'Istituto; Mussolini con il suo seguito entra nell'Istituto; immagini dell'Aula Magna dell'Istituto ; immagini del laboratorio per microscopi sui lunghi tavoli e lavandini alternati ; un microscopio ; veduta di una vasca di allevamento delle larve di anofele; immagine delle larbe in superficie a pelo d'acqua ; veduta delle larve al microscopio ; interno dell'Istituto con una serie di grandi foto appese e di vetrine; foglie di diverse piante all'interno di alcune vetrine; un medico, in laboratorio, osserva al microscopio ; immagini delle larve al microscopio ; immagine delle zanzare portatrici della malaria attaccate agli spilli ed esposte; una zanzara vista attraverso una lente d'ingrandimento; fila di lettini di fronte a molte piante in una corsia; gabinetto medico; stanza radiologica; Mussolini con il suo seguito esce dall'Istituto; Mussolini si volta ed esegue il saluto fascista verso gli altri gerarchi che lo ricambiano; Mussolini sale in automobile; l'automobile parte mentre a terra il personale dell'Istituto applaude








"Gentile Beatrice Lorenzin quasi giornalmente i media italiani pubblicano le sue interviste nelle quali si evince che le starebbe a cuore la salute degli italiani, di tutti gli italiani bambini inclusi. 

(...)


Sono convinto che il suo comportamento non sia dettato da profonda ignoranza, ma sia l’applicazione di occulte manovre impostole dall’alto, molto in alto.

Anche se ciò fosse vero però non la esonera da responsabilità personali e morali gravissime, di cui prima o poi ne dovrà rispondere...

Invece di occuparsi seriamente di cancro e delle centinaia di migliaia di persone che ogni anno muoiono a seguito delle cure ufficiali e nonostante le parole e i numeri confortanti che vengono snocciolati dagli esperti in tv, cosa fa? Niente.

Invece di migliorare facendo progredire scientificamente l’oncologia rimasta arenata a teorie assurde di oltre 70 anni fa, cosa fa? Niente.

(...)

Invece di aprire indagini interne su primari ospedalieri, baroni universitari e dirigenti del suo stesso Ministero corrotti fino al midollo, cosa fa? Niente.

Niente di niente, perché il suo prezioso tempo lo spende per attacchi vergognosi alle medicine non convenzionali; per avvallare squallide censure mediatiche, radiazioni assolutamente ingiustificate a medici onesti e competenti, il tutto ammantato dalla priorità nazionale: rendere obbligatori i vaccini per i bambini!

E’ molto più importante vaccinare contro la volontà dei genitori piuttosto che (...)

Non va bene inviare carabinieri e guardia di finanza nelle sedi delle lobbies farmaceutiche, perché l’Arma serve per prelevare i neonati dalle loro calde culle per portarli nelle mani sapienti dei medici vaccinatori che inoculeranno loro dei veleni.


Il tutto per il bene degli italiani. Ovvio.

(...)

Mai a memoria d’uomo la medicina ha toccato un punto così basso, e lei come Ministro ne ha piena responsabilità.

Anche se la Verità è figlia del tempo non staremo seduti sulla sponda del fiume ad attendere il passaggio del cadavere suo e quello di medici e dirigenti ministeriali corrotti e collusi, perché le coscienze delle persone si stanno svegliando dal letargo cerebrale. Il paradigma sta saltando e ne siete assolutamente consapevoli, e questo è il motivo per cui avete pigiato la leva dell’acceleratore attaccando tutto e tutti.

Ma non ce la farete perché sempre più organizzazioni spontanee, movimenti, comitati, associazioni si stanno formando in Italia, riunendo milioni di persone, per manifestare il diritto sacrosanto della Libertà di scelta e di cura. Basta con la corruzione e la cupidigia; basta con una medicina controllata, diretta e gestita dalle lobbies farmaceutiche in combutta con medici, dirigenti e baroni universitari corrotti e privi di coscienza.

(...)


Con nessuna stima

Marcello Pamio








Immagine: Il Ministro Lorenzin visita il Centro di Radioterapia Campus Biomedico Roma  | via Flickr











CHI E' MARCELLO PAMIO

Marcello Pamio

Biografia

"Diploma di Perito elettronico industriale seguito da un triennio universitario presso la facoltà di Fisica. Operatore shiatsu e studente "perenne" di MTC, Medicina Tradizionale Cinese. Da numerosi anni mi occupo di tutte le cosiddette "medicine non convenzionali" con particolare attenzione ai sistemi terapeutici "dimenticati", e a quelli boicottati dall'establisment medico. Dal 1999 gestisco in internet il sito www.disinformazione.it: una "finestra virtuale" attraverso la quale è possibile accedere a quelle informazioni che normalmente non trovano spazio, o vengono filtrate dai media. E' per questo che mai come oggi vale il detto: "La salute è essenzialmente informazione!"

Morale: dopo aver vissuto sulla mia pelle gli estremi della medicina, ufficiale da una parte e alternativa dall'altra, ho compreso che la Verità sta nel mezzo. Questa comprensione mi è servita per integrare il percorso che mi sono scelto in questa vita. Da febbraio 2000 a luglio 2003 ho lavorato alla rivista Nexus, dove mi occupavo appunto di medicina. Dal 1998 gestisco nella Rete del sito www.disinformazione.it.
Oggi mi dedico totalmente alla gestione del mio sito personale, dove pubblico tutte quelle informazioni che vengono filtrate dai media."
 

 

Marcello Pamio












Marcello Pamio - La strategia della creazione di malati


Tra gli argomenti del video: Facciamo più esami perché siamo più ammalati o siamo più ammalati perché facciamo più esami? I mezzi di comunicazione di massa sono pilotati da un sistema che decide quello che dobbiamo sapere e quello che non dobbiamo sapere. Oggi si confonde lo "screening" come sinonimo di "prevenzione", ma di fatto non previene nulla perché è un esame diagnostico. La vera prevenzione è lo stilo di vita. Come avviene la creazione di malati? Si può fare abbassando i valori che definiscono la "normalità". Ci sono anche malattie create, come l'ADHD. Con la scusa della prevenzione si invitano le persone sane a cercare qualche malattia che nessuno vorrebbe avere. Il fattore principale delle strategie promozionali usate per vendere le malattie è la paura. La paura blocca e paralizza la coscienza e induce a fare cose che diversamente non avremmo mai fatto. Dalle statistiche relative al cancro al polmone, si evince che il numero di coloro che avevano fatto screening preventivi e coloro che non li avevano fatti, si equiparano nelle possibilità di sopravvivenza. Risultati analoghi sulle statistiche svedesi si hanno per quanto riguarda il cancro al seno. In America la percentuale di falsi positivi ha raggiunto il 50%, mentre in Norvegia il 20%. Le autopsie sui cadaveri di vecchi contadini rivelano che questi avevano tumori regrediti e neutralizzati dall'organismo. Altre autopsie su persone morte per incidenti, hanno rivelato che il 38% delle donne aveva un tumore in sito al seno, il 48% degli uomini aveva invece in situ un tumore alla prostata, ed entrambi i gruppi alla tiroide. Le case farmaceutiche sono società SpA che hanno l'obiettivo di vendere e ampliare il più possibile il loro mercato. Ormai ogni aspetto fisiologico della vita è stato ospedalizzato: la gravidanza e il parto, il disturbo premestruale, il disturbo da ansia sociale, l'ADHD, lo shopping compulsivo, la vescica iperattiva ecc. Quello che ci fa ammalare è una epidemia di diagnosi. Domanda: perché gli screening sono gratuiti? Proverbio russo: solo nella trappola per topi il formaggio è gratis. Gli incidentalomi sono diagnosi a sorpresa, che escono fuori facendo esami destinati a rivelare altri problemi e non quelli che vengono individuati. Il punto non è fare o non fare gli screening, ma essere pienamente informati in modo da poter fare scelte reali. *









COMMENTI pubblici in rete aull'argomento:



"DECRETO INCOSTITUZIONALE CHE IL PRESIDENTE MATTARELLA NON POTRÀ E NON DOVRÀ FIRMARE
Vaccinazioni forzate? La Svezia dice NO! In Italia il Decreto è anticostituzionale, viola la libertà di cura e il diritto all’istruzione e minaccia il diritto di Famiglia. Fare immediato ricorso alla Corte Costituzionale chiedendo al Presidente Mattarella di non firmare il Decreto!

La più grande epidemia mortale della storia, la Spagnola, si è verificata a seguito della prima guerra mondiale, dopo che milioni di soldati erano stati vaccinati, e si erano indeboliti, anche per fame. Oggi non c’è la fame, c'è l’eccesso di cibo, l’inquinamento, le medicine chimiche, che comporta incremento di malattie degenerative croniche. (Da: “Guglielmi_Fabrizio”)


LA SVEZIA OFFRE ALL’ITALIA UNA LEZIONE DI SCIENZA E DI CIVILTÀ 
La Svezia, nonostante gli attacchi ricevuti nella sua recente storia (attacchi terroristici, immigrazione selvaggia, stupri razziali) ha dimostrato di essere sempre attenta ai diritti inalienabili dei suoi cittadini. Contro 7 mozioni che volevano imporre l’obbligatorietà vaccinale, una decisione parlamentare le ha rigettate tutte, dicendo NO alle vaccinazioni forzate, per rispettare il diritto di scelta dell’essere umano e la sua integrità psico-fisica.


UNO STATO ALLA DERIVA EMETTE LEGGI DEMENZIALI DA PAESE DEL QUINTO MONDO
La nostra carretta di stato denominata Italia, oltre a navigare alla deriva, desidera imporre le vaccinazioni pediatriche in modo coercitivo. È ora di disconoscere questa imposizione militare/finanziaria privata chiamata “Republic of Italy spa”, dichiarandoci tutti sovrani di noi stessi e rigettando in massa le abominevoli e perniciose vaccinazioni compulsive imposte.

IN UN PAESE CHE VA A ROTOLI CI COPRIAMO DI RIDICOLO
La demenziale querelle sulle vaccinazioni forzate si è intrufolata in un decreto del consiglio dei ministri. Con un paese da governare che va a rotoli, la stretta vaccinatoria appare ridicola ed ignobile, quasi una presa in giro. Hanno mietuto più vittime la crisi finanziaria indotta o l’inquinamento intenzionale (e non) che i virus.


DELINQUENZIALE TENDENZA A INIETTARE VELENI NEUROTOSSICI ALL’INFANZIA IGNARA
Uno stato che si preoccupa della salute dei suoi sudditi se non dietro tornaconto. Sia come sia, pur di iniettare veleni neurotossici agli infanti italiani le provano tutte. Disposizione inaccettabile ed illegale, contraria ai più basilari diritti dell’uomo. Che dire dei milioni di africani nel nostro territorio? Sono stati vaccinati? Le vaccinazioni verranno estese anche a loro oppure sono solo per l’uomo europeo?


PREVISTE MULTE DAI 500 AI 7500 EURO PER I GENITORI DISSIDENTI
“L’evasione dell’obbligo dei vaccini comporterà l’impossibilità di iscriversi al sistema 0-6 che precede la scuola dell’obbligo, per partecipare alla scuola dell’obbligo la mancanza di documentazione produrrà sanzioni dalle 10 alle 30 volte maggiori di quelle esistenti” 
Ha detto il premier Paolo Gentiloni: “Non si tratta di emergenza ma di una preoccupazione alla quale intendiamo rispondere”.


*

LA VERGOGNA DI ESSERE ITALIANI
"Il paese di Pitagora, di Parmenide, dell’imperatore Marco Aurelio Antonino, di Leonardo, di Cornaro e della Scuola Medica Salernitana che mette in mostra non le sue nudità ma le sue deformità e la sua sbalorditiva ed irritante ignoranza. Si parla insistentemente solo e sempre di vaccini, di trivalenti ed esavalenti, di obbligo e non obbligo. Nessuno che parli del problema reale che sta sotto l’intera questione, ovvero contro chi e contro cosa si fanno queste operazioni demenziali. Nessuno che parli di batteri e di virus in modo serio ed approfondito."










CRIVEO : Valdo Vaccaro - Il perenne conflitto tra Igienismo e medicina Per un mondo basato sulla corretta alimentazione e non sui farmaci Conferenzaintegrale di Valdo Vaccaro ad Ascoli Piceno il 4 maggio 2013 presso la sala Docens del comune. Introduce Carlo Cruciani Video Cicconi Stefano 












Il sistema di farmaco vigilanza non funziona bene

CECCONE: "Il sistema di farmaco vigilanza non funziona bene"

L'ONOREVOLE CECCONI HA UNA LAUREA IN SCIENZE INFERMIERISTICHE 

VACCINI: BUIO PESTO SUI DECESSI DI NEONATI E ANZIANI





Andrea Cecconi


Dati generali

Titolo di studioLaurea in Scienze Infermieristiche
ProfessioneInfermiere, politico

Ho estrapolato, con infinita pazienza, un parte del discorso di Andrea Cecconi, riprodotto per intero nel video proposto. 




ON. CECCONI: "E' necessario dare una spiegazione ai cittadini.
Lo stato di allarme e di perplessità è salito a livelli allarmanti perché il governo, perché  le ASL, non stanno affrontando il problema dei vaccini con la dovuta attenzione.
Sulla questione dei vaccini c'è un'aurea di mistero. Non c'è una spiegazione certa di quelli che sono gli effetti e i beneficiInformazioni piuttosto sommarie. 
Sono padre, ho affrontato la questione delle vaccinazioni recentemente e posso dirlo francamente che le informazioni che arrivano dalle ASL, o dal pediatra di libera, scelta sono informazioni che sono francamente molto sommarie, unilaterali. Si dice... si racconta quanto è bello vaccinare, quanto sia importante vaccinare, quanto sia utile vaccinare. E non si dà mai spiegazioni a quelle che sono tutte le reazioni avverse
I problemi anche della magistratura che, nonostante si dice non ci sia un nesso di casualità, la magistratura dice che il nesso di casualità c'è.

Poi i cartelloni sugli autobus che cercano di incentivare la vaccinazione ma non è una spiegazione sufficiente che si può dare a una madre di 20/30 anni che ha una capacità di in informarsi molto superiore rispetto a un cartellone che c'è in un tram e noi a queste persone non stiamo dicendo assolutamente niente. 


E dire che non c'è un nesso di casualità perché non si è riscontrato, non vuol dire che il nesso di causalità non ci sia, perché tanto è da chiarire sulla questione dei vaccini.

Quali sono gli studi che ci confermano  che la somministrazione delle vaccinazioni anti influenzale, in questo caso, hanno poi un riscontro rispetto ai soggetti ultra sessantenni che fanno questo genere di pratica.

Quanto è efficace a ridurre gli effetti avversi dell'influenza nei soggetti ultra sessantacinquenni?

Perché queste sono informazioni che mancano, completamente o vengono date in maniera molto generica.

E le persone prese dalle notizie di cronaca, prese dalle notizie su internet, prese da esperienze personali... perché le esperienze personali ci sono e molte delle reazioni avverse che vengono attribuite alla somministrazione di vaccini nei bambini o negli anziani, molto spesso non vengono segnalate nel sistema di farmaco vigilanza  e questo è un problemaSottosegretario!  

Il sistema di farmaco vigilanza non funziona bene per i vaccini.

Molte delle segnalazioni, quando il bambino viene portato dal pediatra, o quando l'anziano viene portato dal suo medico curante, gli viene detto che è stato fatto il vaccino qualche giorno prima, una settimana prima,  o qualche ora prima, e non avviene alcuna segnalazione perché non è soltanto un problema di arrossamento della cute o qualche linea di febbre, spesso le reazioni sono superiori.

Io facevo l'infermiere. Sono un infermiere

Mi è capitato di lavorare in delle strutture per anziani dove ovviamente tutti erano sopra 65 anni e tutti venivano vaccinati per l'influenza, e problemi di reazione successive si sono verificati,  e non non sono stati segnalati dal medico competente, perché il sistema non funziona.

E perché l'AIFA ha tardato tanto a sospendere e a ritirare i lotti per fare le dovute analisi sui campioni? " 

"Bisogna valutare attentamente se c'è il nesso di casualitàE' quello il determinante
Le sostanze all'interno dei vaccini sono numerose  e una valutazione attenta di quello che succede è importante per questo Paese, anche perché le mamme che portano a vaccinare un bambino di 3 mesi vogliono avere la certezza che quello che stanno facendo sul proprio bambino è una cosa che non gli nuocerà in futuro o nel presente.

Su questa cosa c'è tanto allarme in questo Paese perché ci sono delle carenze informative e delle spiegazioni poco chiare sia dalle CASE FARMACEUTICHE sia dall'AIFA, sia dal governo, sia dalle ASL.  

Tutti i farmaci possono causare delle reazioni avverse e se ci sono dei dubbi su alcuni tipi di vaccini, per esempio l'esavalente, che è stato ritirato più volte, e anche in numerosi Paesi europei,  se non mondiali, piuttosto che mettere a repentaglio la salute dei nostri cittadini si fa una riflessione più attenta... quindi non è solo una questione commerciale o farmaceutica." 









"Di fronte Ddl Lorenzin sui vaccini è naturale chiedersi “a chi giova?”. In Italia non abbiamo un’emergenza sanitaria che giustifichi l’imposizione di dodici vaccini, in più in diversi paesi europei le vaccinazioni, pur essendo fortemente raccomandate, non vengono imposte per legge. Se invece si volge lo sguardo verso uno dei giganti dell’industria farmaceutica, la Glaxo, ci si accorge di diversi, clamorosi tentativi di condizionare illegalmente le politiche sanitarie di diversi stati."













































Giuridica News | Avv. Gabriella Filippone





«La differenza tra le persone sta solo nel loro avere maggiore o minore accesso alla conoscenza» (Lev Tolstoj)

La rassegna stampa è una sintesi e fornisce i riferimenti dell'articolo (testata, autore, titolo) per reperire sul quotidiano o altra fonte l'articolo completo.
Si declina ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio delle immagini o non aggiornato delle notizie e delle informazioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento

live traffic settimanale