martedì 31 gennaio 2017

2013 - TRIBUNALE DI SULMONA: TERZO GIORNO DI SCIOPERO DELLA FAME DEGLI AVVOCATI (video a ritroso nel tempo) #avvocati




Gli avvocati non sono nuovi in modo assoluto a proteste e manifestazioni con sciopero della fame. #AVVOCATI


Nel 2013 lo dimostrano in video alcuni Avvocati iscritti all'albo di Sulmona (AQ):









lunedì 30 gennaio 2017

This is not America
















Gli avvocati a Napoli digiunano contro la casta forense (video)

I dati diffusi da Cassa Forense delineano uno scenario decadente: i redditi scesi e le diseguaglianze spaccano una categoria nella quale il 56,20% guadagna solo l’11,5% del reddito complessivo prodotto dagli avvocati in Italia.

I costi richiesti a tutti per continuare ad esercitare la libera professione, però, non tengono conto di tutto ciò.
Gli organismi rappresentativi dell’avvocatura non sembrano prendere contromisure per fermare il declino della propria categoria.





Il Consiglio Nazionale Forense, l’organismo di rappresentanza istituzionale dell’avvocatura italiana, ha approvato un regolamento che introduce dal gennaio del 2016 un “gettone di presenza” per i componenti dell’ufficio di presidenza, i quali  rendono la politica forense una vera e propria attività politica professionale, archiviando la previsione dei soli rimborsi spese.


gettoni ammontano a 90.000 euro per il presidente avv. Andrea Mascherin, 70.000 per il consigliere segretario, 50.000 per il vicepresidente e il tesoriere nonché un gettone di presenza di 650 euro per gli altri 28 consiglieri per ogni seduta, i quali ultimi possono ammontare fino a quasi 700.000 euro annuipagati anche da quel 56,20% di avvocati che guadagnano meno di 20.000 annui e che, in conseguenza, si stanno cancellando dall’albo scegliendo altri mestieri nonostante un lungo e tortuoso percorso di studi e pratica professionale per giungere ad esercitare la libera professione nel settore del diritto. 
(vedi: Road Tv Italia)

sabato 28 gennaio 2017

SCIOPERO DELLA FAME A NAPOLI. Manifestazione degli avvocati napoletani contro la casta professionale | NAD Nuova Avvocatura Democratica (video) #avvocati



SCIOPERO DELLA FAME A NAPOLI.  Avvocati napoletani contro la casta professionale  | NAD Nuova Avvocatura Democratica (video) 






L’associazione Nuova Avvocatura Democratica (NAD) comunica che è in corso a Napoli un’iniziativa associativa, denominata “digiunare per sensibilizzare”. Precisano che non si tratta di una protesta bensì di una proposta. 
Nuova Avvocatura Democratica è composta da soci che partecipano all’iniziativa, fatta non solo di digiuno e presidio, ma di sostegno corale e convinto di decine e decine di colleghi, anche non appartenenti a NAD. 








Un commento on line. I riferimenti personali sono stati rimossi.

Statua raffigurante il Mahatma Gandhi (Union Square Park, New York)


Fonti: Facebook | Wikipedia



venerdì 27 gennaio 2017

CHE COS' E' LA LUNGIMIRANZA IN PREVIDENZA. | Articolo dell'Avv. Paolo Rosa


Paolo Rosa - Avvocato


Gennaio 2017 | Gabriella Filippone Rassegna stampa | Le notizie on line




"CHE COS' E' LA LUNGIMIRANZA IN PREVIDENZA.
Chi conosce la previdenza sa che occorre essere lungimiranti per non inforcare un binario morto e schiantarsi nello effetto domino sempre in agguato in siffatta materia.

I tempi sono maturi per una ristrutturazione del sistema previdenziale forense esercitando la opzione al sistema di calcolo contributivo,in pro rata, equo e solidale entrando nella logica che il contributo previdenziale è una imposta e quindi soggetto al criteri della progressività e proporzionalità al reddito percepito.
I corni del problema sono la sostenibilità economico finanziaria del sistema nel lungo periodo e la adeguatezza delle prestazioni. Con il welfare attivo non si possono emendare le lacune della previdenza.
La lungimiranza è la qualità di chi vede oggi cio' che potrebbe accadere domani e si adopera per prevenire i rischi.
Dalla camicia di forza della contribuzione minima occorre transitare al vestito drop , flessibile e adatto ai bisogni di ciascuno. Spetta a chi sa indicare la strada da percorrere per raggiungere il valore aggiunto di una gestione d'autore.
Solo allora il Legislatore previdenziale potra' dirsi connesso con il futuro.
Proporre oggi la moratoria del contributo integrativo minimo per i cd "sottoreddito" significa solo condannarli alla gabbia previdenziale.
Ci vuole una riforma strutturale fatta di eccellenza ed innovazione per cogliere ogni opportunita'."




domenica 22 gennaio 2017

Farmaci che aggrediscono la salute: rischi superiori ai benefici della metoclopramide.

I rischi sono superiori ai benefici della #metoclopramide

Sottovalutazione effetti collaterali dei farmaci. Sovrastima efficacia e sottovalutazione delle reazioni avverse

Gennaio 2017 | Gabriella Filippone Rassegna stampa | Le notizie on line


La metoclopramide è un farmaco antiemetico ( inibisce il riflesso del vomito) e gastroprocinetico, stimola e coordina la motilità del tratto superiore dell'apparato digerente. Diminuisce il reflusso dal duodeno nello stomaco e nell'esofago. È comunemente utilizzato dai clinici per trattare la nausea e il vomito.

È disponibile in Italia sotto la denominazione commerciale di Plasil.



Un documento ufficiale del Ministero della Salute italiana nel 2004 avverte i medici:

Commissione Unica del Farmaco, Nuove informazioni sulla sicurezza delle specialità medicinali contenenti Metoclopramide

"Marzo 2004

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DEL 

MINISTERO DELLA SALUTE

Nuove informazioni sulla sicurezza delle specialità medicinali contenenti METOCLOPRAMIDE

Aumento del rischio di eventi neurologici nei bambini al di sotto dei 16 anni
Revoca delle indicazioni pediatriche
Aggiunta della controindicazione in pediatria

"Caro Dottore, gentile Dottoressa

La Commissione Unica del Farmaco (CUF), il Comitato nazionale di esperti per la valutazione dei farmaci del Ministero della Salute, desidera informarLa su nuove importanti evidenze relativamente alla sicurezza di metoclopramide nel trattamento di bambini al di sotto di 16 anni.

Il meccanismo d’azione della metoclopramide è complesso, essendo il farmaco un antagonista competitivo dei recettori periferici e centrali della dopamina, soprattutto di quelli localizzati nella zona CTZ (Chemoreceptor Trigger Zone) sita nel pavimento del IV ventricolo, dei recettori 5- HT3 (serotonina), nonché agonista specifico dei recettori 5-HT4 coinvolti nella stimolazione dei neuroni colinergici enterici.

Tali proprietà conferiscono alla metoclopramide una potente attività antiemetica di tipo centrale e attività procinetica intestinale che è indipendente dall’innervazione vagale ma abolita da atropina e altri antagonisti muscarinici.

Dal 1999 un gruppo dell’Istituto Superiore di Sanità del Laboratorio di Epidemiologia e Biostatistica ha coordinato uno studio multicentrico sulla sicurezza dei farmaci in pediatria. Recentemente è stata inviata all’ufficio di farmacovigilanza del Ministero della Salute una analisi relativa agli eventi neurologici legati all’uso della metoclopramide. Questa analisi ha evidenziato che nei bambini vi è un aumento di rischio pari a 3 se si considerano tutti gli eventi neurologici e pari a 73 se si considera solo la sintomatologia extrapiramidale. Lo studio mette in evidenza come nella maggior parte dei casi la metoclopramide sia prescritta per il trattamento del vomito in corso di febbre e influenza. Una revisione delle segnalazioni
presenti nella banca dati della Rete Nazionale di Farmacovigilanza ha confermato tali evidenze.

Sulla base di questi dati la CUF ha considerato il rapporto beneficio/rischio della metoclopramide nel trattamento dei disturbi gastrici nei bambini non favorevole e ha deciso di controindicare i farmaci contenenti metoclopramide per il trattamento dei bambini di età al di sotto di 16 anni.

Il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e il Foglio Illustrativo delle specialità a base di metoclopramide sono stati modificati ed è stata aggiornata anche la sezione relativa alla gravidanza."

"Il Ministero della Salute coglie l’occasione per ricordare a tutti i medici l’importanza della segnalazione delle reazioni avverse da farmaci, quale strumento indispensabile per confermare un rapporto beneficio rischio favorevole nelle loro reali condizioni di impiego.

Le segnalazioni di sospetta reazione avversa da farmaci devono essere inviate al Responsabile di Farmacovigilanza della Struttura di appartenenza."




LA STAMPA articolo pubblicato il 08/11/2013 : "Problemi neurologici con l’assunzione di comuni farmaci gastrointestinali

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) raccomanda modifiche sull’uso di farmaci contenenti il principio attivo metoclopramide che possono avere effetti collaterali cerebrali e neurologici come spasmi muscolari, tic nervosi, disturbi del movimento e contrazioni. Ecco i medicinali da prendere con attenzione.

L'Agenzia Europea dei Medicinali ha avvertito che alcuni farmaci gastrointestinali possono avere seri effetti collaterali neurologici

martedì 17 gennaio 2017

Inventori di Malattie e cure farmacologiche


"Inventori di Malattie. Il servizio (video versione completa) evidenzia come l'industria farmaceutica finanziarizzata sia oggi in qualche modo costretta ad ingigantire, spesso con attente strategie di marketing della paura, nuove malattie pur di assicurare un rendimento crescente delle proprie azioni. I danni a carico della collettività mondiale e della sua salute sono incredibilmente evidenti." C'era una volta - Puntata del 5.8.2009
Gennaio 2017 | Gabriella Filippone Rassegna stampa | Le notizie on line



"La ricerca medica ha fatto tali e tanti passi avanti che quasi quasi non ci sono più persone sane"  (Aldous Huxley).






Argomenti correlati:








"Purtroppo NON esistono in commercio farmaci privi di effetti collaterali anche seri e le statistiche sulla mortalità parlano chiaro: le cause iatrogene (dovute a errori medici) sono una delle prime tre cause di morte nel mondo, assieme al cancro e alle malattie cardiovascolari!  
La ricerca statistica (basata su lavori scientifici) pubblicata nel 2003, dal titolo inequivocabile: "Death Medicine", denuncia negli Stati Uniti le seguenti cifre:

"Reazioni avverse da farmaci in ospedale" provocano ogni anno 106.000 morti;
- "Reazioni da farmaci non in ospedale" --> 199.000 morti;
- "Gli errori medici" --> 98.000 morti.

Le reazioni avverse di farmaci prescritti da dottori, provocano (negli Stati Uniti) oltre 300.000 morti ogni anno!
Fonte:
I gravi effetti collaterali dei farmaci di uso comune | http://compressamente.blogspot.it/











CRIVEO : Valdo Vaccaro - Il perenne conflitto tra Igienismo e medicina Per un mondo basato sulla corretta alimentazione e non sui farmaci Conferenzaintegrale di Valdo Vaccaro ad Ascoli Piceno il 4 maggio 2013 presso la sala Docens del comune. Introduce Carlo Cruciani Video Cicconi Stefano 
















PLASIL da "bandire"? Le prove indicano che i rischi sono superiori ai benefici della metoclopramide. Farmaci che aggrediscono.






























VACCINI: IL CODACONS DENUNCIA LORENZIN








EDOARDO BENNATO

Dotti medici e sapienti



E nel nome del progresso
il dibattito sia aperto,
parleranno tutti quanti,
dotti medici e sapienti.


Tutti intorno al capezzale
di un malato molto grave
anzi già qualcuno ha detto
che il malato è quasi morto.

Così giovane è peccato
che si sia così conciato
si dia quindi la parola
al rettore della scuola.

Sono a tutti molto grato
di esser stato consultato
per me il caso è lampante
costui è solo un commediante!

No, non è per contraddire
il collega professore
ma costui è un disadattato
che sia subito internato!

Permettete una parola, io non sono mai andato a scuola
e fra gente importante, io che non valgo niente
forse non dovrei neanche parlare,

Ma dopo quanto avete detto, io non posso più stare zitto
e perciò prima che mi possiate fermare
devo urlare, e gridare, io lo devo avvisare,
di alzarsi e scappare anche se si sente male,
che se si vuole salvare, deve subito scappare!

Al congresso sono tanti,
dotti, medici e sapienti,
per parlare, giudicare,
valutare e provvedere,
e trovare dei rimedi,
per il giovane in questione.

Questo giovane malato
so io come va curato
ha già troppo contaggiato
deve essere isolato!

Son sicuro ed ho le prove
questo è un caso molto grave
trattamento radicale
prima che finisca male!

Mi dispiace dissentire
per me il caso è elementare
il ragazzo è un immaturo
non ha fatto il militare!












Giuridica News | Rassegna news giuridiche  Avv. Gabriella Filippone  










«La differenza tra le persone sta solo nel loro avere maggiore o minore accesso alla conoscenza» (Lev Tolstoj)

La rassegna stampa è una sintesi e fornisce i riferimenti dell'articolo (testata, autore, titolo) per reperire sul quotidiano o altra fonte l'articolo completo.
Si declina ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio delle immagini o non aggiornato delle notizie e delle informazioni.

domenica 15 gennaio 2017

PLASIL da "bandire"? Le prove indicano che i rischi sono superiori ai benefici della metoclopramide. Farmaci che aggrediscono la salute.


Gennaio 2017 | Gabriella Filippone Rassegna stampa | Le notizie on line


Sottovalutazione effetti collaterali dei farmaci. Sovrastima efficacia e sottovalutazione delle reazioni avverse



Un documento ufficiale del Ministero della Salute italiana nel 2004 avverte i medici:





"Marzo 2004



NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DEL 

MINISTERO DELLA SALUTE



Nuove informazioni sulla sicurezza delle specialità medicinali contenenti METOCLOPRAMIDE




  • Aumento del rischio di eventi neurologici nei bambini al di sotto dei 16 anni
  • Revoca delle indicazioni pediatriche
  • Aggiunta della controindicazione in pediatria





"Caro Dottore, gentile Dottoressa



La Commissione Unica del Farmaco (CUF), il Comitato nazionale di esperti per la valutazione dei farmaci del Ministero della Salute, desidera informarLa su nuove importanti evidenze relativamente alla sicurezza di metoclopramide nel trattamento di bambini al di sotto di 16 anni.



Il meccanismo d’azione della metoclopramide è complesso, essendo il farmaco un antagonista competitivo dei recettori periferici e centrali della dopamina, soprattutto di quelli localizzati nella zona CTZ (Chemoreceptor Trigger Zone) sita nel pavimento del IV ventricolo, dei recettori 5- HT3 (serotonina), nonché agonista specifico dei recettori 5-HT4 coinvolti nella stimolazione dei neuroni colinergici enterici.



Tali proprietà conferiscono alla metoclopramide una potente attività antiemetica di tipo centrale e attività procinetica intestinale che è indipendente dall’innervazione vagale ma abolita da atropina e altri antagonisti muscarinici.



Dal 1999 un gruppo dell’Istituto Superiore di Sanità del Laboratorio di Epidemiologia e Biostatistica ha coordinato uno studio multicentrico sulla sicurezza dei farmaci in pediatria. Recentemente è stata inviata all’ufficio di farmacovigilanza del Ministero della Salute una analisi relativa agli eventi neurologici legati all’uso della metoclopramide. Questa analisi ha evidenziato che nei bambini vi è un aumento di rischio pari a 3 se si considerano tutti gli eventi neurologici e pari a 73 se si considera solo la sintomatologia extrapiramidale. Lo studio mette in evidenza come nella maggior parte dei casi la metoclopramide sia prescritta per il trattamento del vomito in corso di febbre e influenza. Una revisione delle segnalazioni

presenti nella banca dati della Rete Nazionale di Farmacovigilanza ha confermato tali evidenze.



Sulla base di questi dati la CUF ha considerato il rapporto beneficio/rischio della metoclopramide nel trattamento dei disturbi gastrici nei bambini non favorevole e ha deciso di controindicare i farmaci contenenti metoclopramide per il trattamento dei bambini di età al di sotto di 16 anni.



Il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e il Foglio Illustrativo delle specialità a base di metoclopramide sono stati modificati ed è stata aggiornata anche la sezione relativa alla gravidanza."



Il Ministero della Salute coglie l’occasione per ricordare a tutti i medici l’importanza della segnalazione delle reazioni avverse da farmaci, quale strumento indispensabile per confermare un rapporto beneficio rischio favorevole nelle loro reali condizioni di impiego.

Le segnalazioni di sospetta reazione avversa da farmaci devono essere inviate al Responsabile di Farmacovigilanza della Struttura di appartenenza."











Immagine: Farmacia italiana | via Wikimedia

La metoclopramide è un farmaco antiemetico (inibisce il riflesso del vomito) e gastroprocinetico, stimola e coordina la motilità del tratto superiore dell'apparato digerente. Diminuisce il reflusso dal duodeno nello stomaco e nell'esofago. È comunemente utilizzato dai clinici per trattare la nausea e il vomito. 

È disponibile in Italia sotto la denominazione commerciale di Plasil.





Usi clinici

La metoclopramide viene utilizzata normalmente nel trattamento della nausea, anche quella che si verifica a seguito di interventi chirurgici. Il farmaco è somministrato anche a soggetti con gastroparesi (scarso svuotamento dello stomaco) e malattia da reflusso gastroesofageo.


Antiemetico

La metoclopramide può essere utilizzata nel trattamento della nausea e del vomito associati a condizioni come uremia, malattie da radiazioni, neoplasie, parto, alcune infezioni, cefalea e farmaci che causano nausea e vomito 



Modalità d'uso e posologia

 

Le dosi consigliate relative all'utilizzo di PLASIL ® sono :
  • PLASIL ® compresse da 10.5 mg di metoclopramide monocloridrato monoidrato : una compressa 3 volte al giorno prima dei pasti;
  • PLASIL ® sciroppo da 10.5 mg di metoclopramide monocloridrato monoidrato: 10ml di sciroppo per 3 volte al giorno, prima dei pasti;
  • PLASIL ® fiala per soluzione iniettabile da 10.5 mg di metoclopramide monocloridrato monoidrato : una fiala per via intramuscolare o endovenosa (a rilascio lento). In quest'ultimo caso la somministrazione dovrebbe essere garantita da personale esperto.
L'assunzione di PLASIL ® deve avvenire sotto stretto controllo medico.

Tratto da

http://www.my-personaltrainer.it/farmaci/plasil.html#Posologia



Effetti collaterali e indesiderati


Le reazioni avverse più comunemente associate alla terapia con metoclopramide comprendono irrequietezza, sonnolenza, vertigini, stanchezza, e distonia focale

Si possono registrare quali effetti indesiderati: ipertensione arteriosa, ipotensione, iperprolattinemia, costipazione, depressione, mal di testa, ed effetti extrapiramidali, tra cui le crisi oculogireche consistono in uno spasmo dei muscoli oculomotori che bloccano i globi oculari in una direzione fissa, di solito verso l’alto. La crisi oculogira può associarsi a una rotazione involontaria della testa: in tal caso prende il nome di crisi oculocefalogira ed è una manifestazione dell’epilessia

Sintomi extrapiramidali: distonia acuta e discinesia, sindrome parkinsoniana, acatisia, anche dopo la somministrazione di una singola dose del farmaco.



Ciò significa quindi che è sufficiente assumere il farmaco una sola volta, nel corso della propria vita, per ricevere gravi danni ed insulti fisici, probabilmente irreparabili)




Molto più rare sono alcune gravi reazioni avverse associate alla terapia con metoclopramide: agranulocitosi, tachicardia sopraventricolare, iperaldosteronismo, sindrome neurolettica maligna, acatisia e discinesia tardiva.  In uno studio sperimentale è stato evidenziato che la comparsa di aldosteronismo viene significativamente attenuata se la somministrazione di metoclopramide è preceduta da quella di neostigmina.





Controindicazioni


Il farmaco è controindicato nei pazienti affetti da glaucoma, da feocromocitoma e nei soggetti con precedenti di epilessia. Non deve essere utilizzato da coloro che sono affetti da malattia di Parkinson ed altri disturbi di tipo extrapiramidale, conclamati.


live traffic settimanale