sabato 23 luglio 2016

Difensori d'ufficio: dal 1 luglio l'elenco on line






Clint Eastwood sul set di Assassinio sull'Eiger (1975) | via Wikipedia | 
http://it.wikipedia.org/wiki/Clint_Eastwood#/media/ File:Film_shoot_for_The_Eiger_Sanction_in_Zurich_(10).jpg





Dal 1° luglio è operativa la piattaforma raggiungibile tramite il portale del CNF per iscriversi nell'elenco degli avvocati difensori d'ufficio



La piattaforma consente di effettuare in piena autonomia le operazioni di iscrizione, cancellazione, integrazione documentale e compilazione delle domande per la permanenza nell'elenco.


Sono ammessi gli avvocati che attestino di aver acquisito adeguata esperienza in materia penale, descrivendo nel dettaglio il ruolo svolto in almeno dieci udienze seguite durante l'anno.  

Necessario partecipare ad un corso biennale di formazione e aggiornamento professionale della durata complessiva di almeno 90 ore e di aver superato l'esame finale.


Titolo:  Difensori d'ufficio, elenco online
Autore:  Gabriele Ventura
Fonte:  Italia Oggi

Rassegna news giuridiche by Avv. Gabriella Filippone  










mercoledì 13 luglio 2016

APE la nuova normativa 2016 | prestazione energetica



Immagine  |  link: http://i.ytimg.com/vi/YUDHgM46weE/maxresdefault.jpg


Il 29 giugno scorso sono entrate in vigore le nuove regole per l’attestato di prestazione energetica degli edifici. 
Su tutto il territorio nazionale sono diventate operative le disposizioni contenute nelle parti 4, 5 e 6 della UNI/TS 11300 e la nuova versione della UNI 10349/2016
Vediamo, dunque, le novità per l'Ape.
La UNI 10349/2016 sostituisce la vecchia versione del 1994 e, per la parte 1, anche la UNI/TR 11328-1/2009.
La parte 1 contiene, suddivisi per provincia, i dati climatici aggiornati sui cui basare i calcoli per le prestazioni energetiche e termoigrometriche degli edifici (determinazione dei fabbisogni energetici per il raffrescamento e per il riscaldamento). 
La parte 2 contiene i dati climatici limite per il progetto, necessari per il corretto dimensionamento degli impianti di riscaldamento invernale e di raffrescamento estivo degli edifici.
La parte 3 fornisce le differenze di temperatura cumulate (gradi giorno) e altri indici sintetici.  In quest’ultima parte c’è anche la zonizzazione climatica estiva del territorio nazionale per il calcolo della stima del fabbisogno energetico ai fini del riscaldamento e del raffrescamento degli edifici.
La specifica tecnica relativa alla UNI/TS 11300 parte 4 riguarda il calcolo del fabbisogno di energia per la climatizzazione invernale e la produzione di acqua calda sanitaria.
La parte 5 fornisce metodi di calcolo per la valutazione dell’energia elettrica prodotta da cogenerazione e per il fabbisogno di energia primaria degli edifici sulla base del bilancio tra quota importata ed esportata di energia proveniente da fonti rinnovabili.
La parte 6 interviene  sul certificatore energetico per la redazione del nuovo Ape. Dalla pubblicazione di questa norma è necessario ed obbligatorio stimare anche i consumi derivanti dagli impianti per il trasporto di persone o cose (solo per le categorie di edifici dove la stima è prevista).





Rassegna news giuridiche by Avv. Gabriella Filippone  






martedì 5 luglio 2016

Virus trojan e intercettazioni ambientali

Immagine: simbolo Trojan horse | via Wikimedia | http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/0/09/Trojan-horse-virus-symbol-red-blue-computer-circuit-board-background-49720479.jpg



Nelle intercettazioni ambientali mediante i virus spia trojan horse, l'autorizzazione del Gip può riguardare la sola tecnica di captazione e non deve individuare obbligatoriamente lo strumento di applicazione. 



L'invadenza della tecnica di intercettazione sarebbe compatibile con il dettato costituzionale e con la Convenzione europea dei diritti dell'uomo.



La Sesta penale della Cassazione, con la sentenza 27404, depositata in questi giorni, torna sul tema della frontiera delle intercettazioni - i virus informatici autoinstallanti - inserendo qualche corollario alle Sezioni Unite. 


Confermata dalla Cassazione la liceità dell'intrusore informatico quando si indaga sulla criminalità organizzata; le 'ambientali' contro i clan beneficiano di una territorialità molto allargata.












Titolo: Sui virus trojan doppio via libera della Cassazione


Autore: Alessandro Galimberti 


Fonte: II Sole 24 Ore




















Sull'argomento puoi vedere:



























Rassegna news giuridiche by Avv. Gabriella Filippone  



live traffic settimanale