martedì 31 dicembre 2013

FORMAZIONE CONTINUA Comunicato del COA di Pescara

http://www.enclave.it/foto/32-zoom.jpg
Tribunale di Pescara     Foto: http://www.enclave.it/foto/32-zoom.jpg

Prorogati i termini per l'acquisizione dei crediti formativi  triennio 2011-2013

HAPPY 2014!





lunedì 23 dicembre 2013

Botte tra rivali in amore: basta un graffio ed è reato di lesioni




Un graffio può configurare il reato di lesioni. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la  sentenza 51393/2013.


Stalking: la molestia mediante invio di e-mail non ha rilevanza penale

http://www.repubblica.it/images/2010/06/30/142857583-24d91e45-c477-4e4c-a9a0-68df243d2a35.jpg
Immagine: http://www.repubblica.it/images/2010/06/30/142857583-24d91e45-c477-4e4c-a9a0-68df243d2a35.jpg

 

a cura di: Studio Legale Gabriella Filippone

Molteplici sono le modalita` mediante cui puo` configurarsi tale fattispecie criminosa, e, di recente, la Suprema Corte e` giunta ad esaminare anche il continuo ed incessante invio di sms, ritenendo che il disturbo arrecato alla vittima con tale assillante atteggiamento e` da considerarsi "invasivo" della sua sfera personale, cosi` da potersi definire "molestia", idonea alla configurazione del reato.

martedì 17 dicembre 2013

La Corte di cassazione sul reato di truffa aggravata nella vendita di strumenti finanziari: obbligazioni e prodotti derivati

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/ARCH_Immagini/Finanza%20e%20Mercati/derivati-324x230.jpg?uuid=838f6224-3032-11df-9b84-9f36f6ec4706
Foto:http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/ARCH_Immagini/Finanza%20e%20Mercati/derivati-324x230.jpg?uuid=838f6224-3032-11df-9b84-9f36f6ec4706

 La Cassazione con la sentenza n. 4946/2013, seconda sezione penale, si e` pronunciata in ordine al reato di truffa contrattuale aggravata nella vendita di strumenti finanziari.

WEB TAX e NUOVE NORME SUL COPYRIGHT

Foto:http://www.webnews.it/wp-content/uploads/2013/07/censura-650x245.jpg

lunedì 16 dicembre 2013

Leader di Casapound condannato. Simone Di Stefano aveva tentato di sostituire una bandiera europea con un tricolore in una sede UE di Roma.

Simone Di Stefano bloccato dalla polizia mentre con una scala tentava di sostituire un tricolore italiano alla bandiera blu dell’Unione europea dal balcone della sede di rappresentanza in Italia della Commissione europea in via IV Novembre a Roma.

sabato 14 dicembre 2013

IL GOVERNO FRANCESE E' CONTRO LA PROSTITUZIONE: proteste e manifestazioni di intellettuali, artisti e prostitute

http://www.unionesarda.it/foto/previewfoto/2013/12/05/multe_per_i_clienti_delle_prostitute_in_francia_arrivato_il_primo_-0-0-383457.jpg
Foto: http://www.unionesarda.it/foto/previewfoto/2013/12/05/multe_per_i_clienti_delle_prostitute_in_francia_arrivato_il_primo_-0-0-383457.jpg



E' il dibattito che sta dividendo la Francia da un paio di mesi. 

Il Parlamento francese ha approvato una legge che punisce con 1.500 euro di multa “chi richiede prestazioni sessuali a pagamento”.
I  clienti delle prostitute, se poi sono recidivi, rischiano di  sborsare fino a 3.750 euro.




giovedì 12 dicembre 2013

La praticante più anziana d'Italia ha 79 anni e tribola per conseguire il titolo di avvocato. Conferirle il titolo honoris causa o altro equipollente, no?

Immagine: http://www.lospaccatv.it/wordpress/wp-content/uploads
/2013/11/lansbury-620x350.jpg
http://www.universitadelledonne.it/immagini/imper-avvocat.jpg

Immagine: http://www.universitadelledonne.it/
immagini/imper-avvocat.jpg
Dopo la pensione il sogno della toga: l'abilitazione a 80 anni, emozione e 118


Angela Parlante, praticante avvocato a 80 anni, il video pubblicato dal Corriere del Mezzogiorno:


ISLANDA: MUTUI CANCELLATI ALLE FAMIGLIE, A PAGARE SARANNO LE BANCHE. IL GOVERNO VARA UN PIANO DI RIDUZIONE DEI MUTUI LEGATI AGLI ALTI TASSI DI INFLAZIONE CONSEGUITI CON IL DEFAULT DEL 2008

Avv. Gabriella Filippone - L 'esecutivo annuncia la cancellazione fino a 70 miliardi di corone (circa 400 milioni di euro) per i mutui legati all'inflazione.
Così risponde la nazione alla crisi economica. L'Islanda agevola la ripresa e impone qualche sacrificio alle banche e non ai contribuenti -con più tasse da pagare-, come è invece in uso in Italia .
 A pagare le politiche dissennate e le difficoltà nel rifinanziamento delle banche del loro debito a breve termine non saranno gli islandesi, saranno gli istituti di credito, che hanno originato il default.



mercoledì 11 dicembre 2013

VIDEO. Paul Murphy, deputato irlandese della Gue, protesta a Strasburgo contro i regimi fiscali che agevolano le multinazionali e straccia in Aula la cartella della tasse: Google, Apple e Facebook guadagnano miliardi e versano intorno allo 0,1% di imposte.

http://one-europe.info/user/files/image_paul_murphy.jpg
Foto: http://one-europe.info/user/files/image_paul_murphy.jpg

Paul Murphy, Eurodeputato eletto nel collegio elettorale di Dublino con il Partito Socialista.

Video consigliato, da vedere. Clamoroso il gesto  di Paul Murphy, con il quale ha invitato tutti i lavoratori a smettere di pagare le tasse.

In segno di protesta il deputato ha stracciato il modulo delle tasse affermando che non lo avrebbe compilato e invitando gli irlandesi a fare lo stesso: “Fate pagare ai ricchi le loro tasse, i lavoratori hanno già pagato abbastanza!”.

Murphy  si laurea all'University College Dublin in legge nel 2004.  Entra a far parte del Partito Socialista nel 2001. Murphy ha anche lavorato presso il Parlamento Europeo come consigliere politico di Joe Higgins. In linea con la politica del Partito Socialista non vive con l'intero stipendio da eurodeputato, vive con un salario equivalente alla media di quelli industriali.

Font biografia: Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Paul_Murphy


Vedi video:

martedì 10 dicembre 2013

Atti persecutori: richieste troppo pressanti dell'ex per vedere la figlia. Marito condannato per stalking

Richieste pressanti, troppo pressanti per vedere la figlia, telefonate continue... Marito condannato per stalking.
Destinataria dei messaggi e delle telefonate è la moglie. Obiettivo dell’uomo è riuscire a vedere e sentire più spesso la figlia.

Comportamenti di questo tipo di solito producono l'effetto contrario, generando fastidio anche nei figli, divenuti oggetti di pressanti attenzioni e che spesso portano al rifiuto, da parte degli stessi, del genitore cronicamente assillante. Sappiamo bene anche che non si può costringere un figlio a relazionarsi con un genitore se il minore da chiari segnali  di rifiuto e malessere al riguardo.

domenica 8 dicembre 2013

Corte Costituzionale: la pericolosità va valutata dopo la pena; la consulta sull'art. 309 c.p.p.




Titolo:  Pericolosità da valutare dopo la pena
Autore:  Patrizia Maciocchi
Fonte:  II Sole 24 Ore  pag:  25 Metaping 07.12.2013


Con la sentenza n. 291 depositata ieri la Corte costituzionale ha affermato che se il periodo di detenzione è lungo, la pericolosità sociale di una persona detenuta non può essere data per scontata, ma va verificata, al termine della detenzione dallo stesso organo che ha adottato la misura di prevenzione.



sabato 30 novembre 2013

Corte di Giustizia dell'Unione europea: il passeggero ha sempre diritto al rimborso in caso di ritardo, anche quando il disguido dipende da forza maggiore

Foto: http://tg24.sky.it/static/contentimages/original/sezioni/tg24/economia/2013/09/26/treni_ritardi.jpg

Stages presso gli uffici giudiziari: il Min. Giustizia rende noto il modello per presentare domanda



Titolo:  Gli stage in tribunale pronti al debutto
Autore:  Giovanni Negri
Fonte:  II Sole 24 Ore  Metaping 30.11. 2013

Il Min. Giustizia ha reso noto il modello che i laureati in giurisprudenza possono utilizzare per chiedere di svolgere 18 mesi di stage presso gli uffici giudiziari.
Nella domanda gli interessati possono indicare la preferenza per la materia o il settore; domande e preferenze saranno valutate in base alle esigenze dell'ufficio.

giovedì 28 novembre 2013

Tribunale di Pescara a misura di mamme: nasce la stanza per l'allattamento per tutte le lavoratrici madri operanti nel Tribunale, Colleghe, Magistrate, personale di Cancelleria, nonché per le parti ed i testimoni nei giudizi.

Tribunale di Pescara

Sperimentazioni climatiche ed ambientali




Si parla di sperimentazioni climatiche ed ambientali. Il sospetto di alcuni è che tutto dipenda da un riscaldamento artificiale indotto dei bassi livelli:  si crea un effetto serra impedendone l’escursione termica. In questo modo si rendono più violente le manifestazioni come quello del tifone che ha colpito la Sardegna nel 2013. In realtà, ricorda Marcianò, il dominio del clima è l’ambizione principale degli Stati Uniti che già nel 1995 stilavano il documento “Dominare il clima entro il 2025". 

(articolo aggiornato al mese di luglio 2014)


 

Le sperimentazioni climatiche in 20 paesi

 

Sarebbero oltre 20 i Paesi che attuano programmi di sperimentazione di nuove tecniche per provocare precipitazioni.

Il più impegnato risulterebbe la Cina, con circa 37 mila addetti fra tecnici e ricercatori. Una trentina di aerei, 4 mila rampe per razzi, 7 mila cannoni  per sparare in cielo nuclei di sostanze intorno ai quali stimolare processi di condensazione di gocce d’acqua o cristalli di ghiaccio.

martedì 19 novembre 2013

Bimba di 3 anni in affidamento temporaneo a una coppia di omosessuali: non esiste alcun dato scientifico che attesti che l’omosessualità possa avere ripercussioni negative sui minori. Lo afferma un recentissimo decreto del Tribunale Minorile di Bologna, presieduto dal giudice Giuseppe Spadaro.


Posti vacanti per i trasferimenti dei giudici di pace in situazione di incompatibilita': il CSM pubblica sedi e posti disponibili. La domanda scade il 22.11.2013.


Manca la buona fede contrattuale: banca condannata al risarcimento del danno. Istituto di credito condannato a risarcire un`impresa di costruzioni cui aveva rifiutato il frazionamento del mutuo conducendola in uno stato di crisi.



lunedì 18 novembre 2013

giovedì 14 novembre 2013

La proposta di legge presentata alla Camera dei Deputati per l'abrogazione dell'art. 21 della L. 247/2012 che impone l'iscrizione obbligatoria a Cassa Forense

 
http://www.webnews.it/wp-content/uploads/2013/07/camera-deputati-2013-650x245.jpg
Fonte immagine: http://www.webnews.it/wp-content/uploads/2013/07/camera-deputati-2013-650x245.jpg

Il legale può con un semplice incarico orale farsi sostituire da un collega in udienza.



Foto: http://www.leggioggi.it/wp-content/uploads/2011/03/avvocati.png


In caso di abusi  però l'avvocato incorre in diverse responsabilità:  professionale nei confronti del cliente, deontologica e anche penale per dichiarazioni false. Lo ha chiarito il Consiglio nazionale forense con il parere  del 23 ottobre 2013.
Sufficiente dunque la parola per la delega tra avvocati. Non necessitano altre particolari formalità.

mercoledì 13 novembre 2013

La tortura in Italia non è prevista come reato. Le proposte di configurazione.

Avv. Gabriella Filippone    -  Il nostro Paese si appresta a sanare una delle tante inadempienze rispetto al diritto internazionale e alla tutela di diritti umani e civili fondamentali.
La normativa internazionale che dovrebbe guidare il legislatore italiano appare chiara e direttamente applicabile, anche per dare un senso effettivo al disposto dell'art. 13 della Costituzione. L'art. 13 della Costituzione italiana stabilisce il principio secondo cui "E' punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà.
Fonte immagine: Human Rights International. 

sabato 9 novembre 2013

L'assicuratore non è obbligato a corrispondere all'assicurato un risarcimento che procuri in quest'ultimo un ingiustificato arricchimento.

L'assicuratore non è obbligato a corrispondere all'assicurato un risarcimento che procuri in quest'ultimo un ingiustificato arricchimento.
In ambito di risarcimento del danno provocato dalla circolazione di veicoli e di natanti, sottoposti all'assicurazione obbligatoria,  l'art. 2058 cod. civ. [1] precisa che l'assicuratore non è obbligato a corrispondere all'assicurato un risarcimento che procuri in quest'ultimo un ingiustificato arricchimento.
 Due le tipologie di liquidazione di danno risarcibili individuate: il risarcimento in forma specifica e per equivalente:
  • Il risarcimento in forma specifica è il rimborso integrale corrispondente all'entità effettiva del danno;
  • il risarcimento in forma equivalente è basato sul valore effettivo del bene, valore calcolato sulla base del prezzo di mercato del veicolo in un determinato momento storico. 

mercoledì 6 novembre 2013

La Cassazione indica agli Avvocati requisiti e regole di un buon ricorso. Il Presidente della Cassazione Santacroce scrive al CNF

http://www.leggioggi.it/2013/11/04/avvocati-come-scrivere-un-ricorso-in-cassazione-le-regole-ufficiali/
http://www.lanazione.it/laspezia/cronaca/2013/05/08/885410/images/2098217-giorgiosantacroce.JPG
Fonte immagine: http://www.lanazione.it/laspezia/cronaca/2013/05/08/885410/images/2098217-giorgiosantacroce.JPG
Per non incorrere nel rischio dell'inammissibilità dei ricorsi i giudici di cassazione chiedono agli avvocati sinteticità e brevità della trattazione

martedì 5 novembre 2013

Karl Lagerfeld, designer di Chanel, denunciato per diffamazione

http://www.affashionate.com/wp-content/uploads/2012/10/karl-lagerfeld-1.jpg
Aggiungi didascalia



Karl Lagerfeld, designer di Chanel, nel suo ultimo libro affronta sprezzante la questione della eccessiva magrezza delle modelle in passerella: “Sono solo le donne grasse, quelle che guardano la TV mangiando patatine, che pensano che le modelle siano odiose!”  
Lo stilista in diverse occasioni non ha nascosto il suo disprezzo per le  donne curvy.  La cantante Adele giudicata come troppo grassa, “con una bella voce e un bel viso”. 
Ospite di un talk show francese Le Grand 8, Lagerfeld dichiara che “la maggior parte delle persone che riscontra malattie è grassa”.

lunedì 4 novembre 2013

Va risarcito il danno per usura psicofisica al dipendente pubblico che per anni ha lavorato anche di domenica senza fruire del riposo compensativo



Avv. Gabriella Filippone Il Consiglio di Stato ha affermato, con la sentenza n. 7/2013, che al dipendente va risarcito il danno esistenziale se per anni ha lavorato anche di domenica, senza fruire del riposo compensativo. Il diritto al riposo settimanale compensativo è irrinunciabile in base all'articolo 36 della Costituzione, consente al lavoratore di ricostituire le proprie energie psicofisiche e svolgere attività espressione della propria personalità.
Fonte immagine: http://www.psicozoo.it/wp-content/uploads/2010/01/relax-workaholic.jpg 

domenica 3 novembre 2013

Cassazione: il GayPride è un evento lecito e privo di negatività

avvocato Gabriella Filippone : Cassazione: il GayPride è un evento lecito e privo di negatività

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza 18 settembre – 24 ottobre 2013, n. 24110

Fonte immagine:http://roma.corriere.it/gallery/roma/06-2013/pride/roma/-gay-pride-2013-colori-orgoglio-vogliamo-diritti_13db5236-d5c9-11e2-becd-8fd8278f5bec.shtml?title=(Foto%20Jpeg)%26pos=6


Un evento come il gay pride, unitamente al costume sessuale che esso rappresenta, è in sé del tutto lecito e privo di qualsivoglia profilo di intrinseca negatività, come invece sembra adombrare il ricorrente, sia pure tra le righe dell’odierna impugnazione, laddove evoca l’onore ed il decoro della persona.

sabato 2 novembre 2013

Divorzio inglese con truffa, 180 coppie italiane verso l'annullamento delle sentenze



Fonte immagine: http://m2.paperblog.com/i/179/1795237/divorzio-allestero-per-gli-italiani-L-0hjzfX.jpeg
Divorzio all'inglese, alla svelta e a poco prezzo. Ben 180 coppie italiane hanno fatto finta di essere residenti nel Regno Unito per porre fine al loro matrimonio senza sobbarcarsi le spese e le lungaggini di un divorzio in Italia. Purtroppo per loro, la truffa è stata scoperta e la giustizia di Sua Maestà britannica si è messa in moto per annullare i divorzi. "Gli italiani mentono per avere un rapido divorzio inglese", titola il Times di Londra  . "Vanno in Gran Bretagna per un divorzio più facile", incalza il Daily Mail.

venerdì 1 novembre 2013

Un dipendente di una banca subisce il licenziamento, si difende sostenendo di essere affetto da sindrome acquisto compulsivo.



i_love_shopping
Svolgimento del processo
La Corte di appello di L'Aquila con sentenza  confermava la legittimità del licenziamento intimato ad un dipendente Carispaq che prestava  servizio in un'Agenzia  dell'Aquila,  per l'emissione di assegni protestati tratti sul c.c. presso la detta Agenzia, respingendo l'appello.
La Corte territoriale rilevava la  gravità del comportamento tenuto dal dipendente, considerate le mansioni espletate di cassiere ed osservava che la sindrome lamentata dall'appellante, di compulsione all'acquisto, appariva non pertinente a giustificare il comportamento contestato, in quanto l'emissione degli assegni era avvenuta in tempi diversi dalla asserita patologia.

IL DIRITTO DI ACCESSO CIVICO

giovedì 31 ottobre 2013

Imprenditori e professionisti italiani dovranno compilare solo cinque voci per dichiarare al fisco i compensi periodici ai fini dell'imposizione indiretta. Nel 2017 l'Italia sarà obbligata a togliere dalla dichiarazione Iva 581 voci. Un deciso taglio alla follia burocratica.



mercoledì 30 ottobre 2013

La CEDU sulla violazione della libertà d'espressione in Europa. Diffamazione: l'interdizione ingiustificata di un giornale viola la CEDU

Avv. Gabriella Filippone - La Corte Europea dei diritti dell'Uomo  affronta i casi di violazione dell'articolo 10 della Convenzione Europea, e da ultimo ha seguito la vicenda  "Cumhuriyet Vafki" contro la Turchia, stato che ha collezionato ad oggi diverse  infrazioni.


Nell’aprile del 2007,  il quotidiano Cumhuriyet pubblica un articolo citando un’intervista che un candidato alle elezioni -attuale Presidente turco – Abdullah Gül, aveva rilasciato al Guardian nel 1995.
L’intervista era stata la base dell’articolo “Islamisti turchi puntano al potere” e il Cumhuriyet vi aveva estrapolato in particolare l’espressione “E’ la fine della Repubblica della Turchia – noi vogliamo cambiare il sistema secolare“. 

 Fonte immagine: http://cdn-ugc.cafemom.com

Gül ha citato per diffamazione il quotidiano, ottenendone  l’ interdizione  della ripubblicazione delle dichiarazioni contestate e ogni altro riferimento al processo di diffamazione in corso.

AFFIDAMENTO CONDIVISO

Affidamento condiviso: dopo i 18 anni il figlio decide con chi vivere


Raggiunta la maggiore età, il figlio può decidere con quale dei due genitori separati andare a vivere, con conseguente perdita dell’assegno di mantenimento da parte del genitore presso cui prima il minore era collocato.  


leggi articolo: http://www.laleggepertutti.it/30671_affidamento-condiviso-dopo-18-anni-il-figlio-decide-con-chi-vivere

Fonte immagine: http://happypartyitalia.it/image/cache/data/18%20Anni-800x800.jpg
Con la maggiore età, il figlio può decidere presso quale dei due genitori separati andare a vivere, con conseguente perdita dell’assegno di mantenimento da parte del genitore presso cui prima il minore era collocato.  - See more at: http://www.laleggepertutti.it/30671_affidamento-condiviso-dopo-18-anni-il-figlio-decide-con-chi-vivere#sthash.iZh4WMLW.dpuf
Con la maggiore età, il figlio può decidere presso quale dei due genitori separati andare a vivere, con conseguente perdita dell’assegno di mantenimento da parte del genitore presso cui prima il minore era collocato.  - See more at: http://www.laleggepertutti.it/30671_affidamento-condiviso-dopo-18-anni-il-figlio-decide-con-chi-vivere#sthash.iZh4WMLW.dpuf

Con la maggiore età, il figlio può decidere presso quale dei due genitori separati andare a vivere, con conseguente perdita dell’assegno di mantenimento da parte del genitore presso cui prima il minore era collocato.  - See more at: http://www.laleggepertutti.it/30671_affidamento-condiviso-dopo-18-anni-il-figlio-decide-con-chi-vivere#sthash.iZh4WMLW.dpuf
la maggiore età, il figlio può decidere presso quale dei due genitori separati andare a vivere, con conseguente perdita dell’assegno di mantenimento da parte del genitore presso cui prima il minore era collocato.  - See more at: http://www.laleggepertutti.it/30671_affidamento-condiviso-dopo-18-anni-il-figlio-decide-con-chi-vivere#sthash.iZh4WMLW.dpuf
Con la maggiore età, il figlio può decidere presso quale dei due genitori separati andare a vivere, con conseguente perdita dell’assegno di mantenimento da parte del genitore presso cui prima il minore era collocato.  - See more at: http://www.laleggepertutti.it/30671_affidamento-condiviso-dopo-18-anni-il-figlio-decide-con-chi-vivere#sthash.iZh4WMLW.dpuf

martedì 29 ottobre 2013

Tasse ingiuste: contribuente si ammala, viene risarcita da Equitalia e dal Comune, entrambi condannati ad un risarcimento di oltre 2mila euro per i danni psico-fisici


Avv. Gabriella Filippone - Il comportamento dell'amministrazione finanziaria e/o di un altro ente impositore contrario alla buona fede e alla correttezza  lede gli interessi dei contribuenti che  sono legittimati a chiedere il risarcimento del danno morale in quanto "subire una illegittima iscrizione ipotecaria sui propri beni comporta un'alterazione in senso negativo dell'organizzazione di vita quotidiana della vittima, comportando anche un'alterazione alla serenità personale e familiare"

TASSE INGIUSTE. E' accaduto a Lecce, nel Salento, notizia pubblicata su "Nuovo Quotidiano di Puglia" il 14.09.2013: una contribuente si ammala per colpa delle cartelle "ingiuste" sulla tassa spazzatura, in base a tali cartelle le vengono ipotecati beni per centinaia di migliaia di euro. Le condizioni di salute la costringono anche a chiudere la ditta.

mercoledì 26 giugno 2013

Riforma Forense: obbligo di iscrizione alla Cassa Forense e controproposte degli Avvocati



Avv. Gabriella Filippone - Il vero problema non è l' elevato numero di avvocati, che comunque garantisce una certa concorrenza, ma l' assenza di sbocchi dopo la laurea in giurisprudenza. Migliaia di neo-avvocati, ma non solo loro, attendono una riqualificazione del loro ruolo professionale, dopo le numerose penalizzazioni subite.
Hanno chiuso ogni sbocco alternativo; è indispensabile ora creare nuovo lavoro ampliando le competenze dell'avvocato così aprendo al notariato e nella pubblica amministrazione, realizzando nuove figure indipendenti di lavoratori laureati in giurisprudenza e qualificati .


E' debuttato il 15 giugno 2013 - quando è stato posto al vaglio degli ordini e degli organismi di rappresentanza della categoria - il regolamento con cui la Cassa forense ha attuato l'art. 21 commi 8-9 della legge 247/2012 che modifica l'ordinamento professionale degli avvocati ed impone la contestuale iscrizione agli albi e all'istituto.
E' visibile sul sito della Cassa Nazionale Forense il comunicato, rivolto dal Presidente Avv. Alberto Bagnoli a tutti gli iscritti, recante il seguente titolo: Obbligo di iscrizione alla previdenza forense ai sensi dell'art.21 commi 8-9-10 della legge n.247/2012.

martedì 4 giugno 2013

Insultare i politici è reato? Non sempre.

Fonte immagine: http://webgossip.myblog.it/media/02/02/1040025562.jpg
Fonte immagine:http://webgossip.myblog.it/media/02/02/1040025562.jpg
Avv. Gabriella Filippone - Il premier Enrico Letta -come anche altri politici- ha chiesto pubblicamente un abbassamento dei toni ed una riconciliazione, considerando la possibile rilevanza penale di certe esternazioni, giudicate dal premier inaccettabili.
In questi tempi di antipolitica e d'indignazione prét-à- poter, il Procuratore Generale di Trento, nella redazione di una richiesta di archiviazione di un procedimento penale per diffamazione, ha affermato un interessante principio di diritto, inerente all'ipotesi di insulto nei confronti di un soggetto politico.
Il Procuratore, nella redazione della richiesta di archiviazione, ha considerato che nella polemica politica si assiste ad una vera e propria "desensibilizzazione" del significato  ingiurioso e della portata di determinate parole,  ha quindi ritenuto che il reato non può dirsi realizzato.

martedì 28 maggio 2013

Romania, la "nuova" frontiera dell'abilitazione alla professione forense.Traffico di laureandi in Romania per il titolo di avvocato. Serve una riforma dell'avvocatura?


  

 
La notizia è questa: l'ordine degli avvocati di Tivoli ha disposto indagini conoscitive relativamente alla legittimita' e legalita' di iscrizioni come avvocati stabiliti di laureati italiani che hanno conseguito il titolo di "avocat" in Romania.

Il problema: sembra si tratti non di volenterosi laureati italiani che hanno svolto un percorso formativo in Romania superando poi all'estero l'esame, bensi' di soggetti che, rivolgendosi ad alcune "agenzie", avrebbero ottenuto il titolo utilizzando percorsi decisamente furbi e meno faticosi.

In un articolo dell'Avv. Renato Savoia, "Esame forense: il turismo si sposta in Romania" pubblicato il 26 aprile 2013 su  LeggiOggi.it, quotidiano giuridico politico economico diretto dall' Avv. Carmelo Giurdanella, ( http://www.leggioggi.it/2013/04/26/esame-di-abilitazione-avvocati-il-turismo-forense-si-sposta-romania/ ) si fa riferimento ad un'associazione romena, guidata da un soggetto che avrebbe di fatto creato un albo "non ufficiale".

Diventati avvocati in Romania, alcuni hanno chiesto l'iscrizione negli ordini italiani come avvocati stabiliti (ai sensi del d. lgs. 96/2001, che ha recepito nell'ordinamento italiano la Direttiva 98/5/CE).

Riferisce l'Avv. Savoia nel suo articolo che il Dipartimento degli affari di giustizia di via Arenula ha inviato una richiesta di informazioni alle competenti autorita' rumene per accertare se, accanto al percorso legittimo e regolare per diventare avvocato in Romania, esista un percorso alternativo privo di legittimita'. La vicenda andra' seguita in quanto non e' ancora giunta alla sua conclusione.

Sul punto è doveroso per me pubblicare le precisazioni pervenutemi da Aurelio Bassi, il quale si  discosta  ed afferma che in ogni caso nessuno  ha documentato la presunta illegittimità del UNBR, "non è l'Italia che deve decidere se questa organizzazione e illegittima o meno, bensi la Romania. E non mi risulta che tale Organizzazione, allo stato,  sia stata dichiarata fuori legge dal Governo Rumeno".

venerdì 24 maggio 2013

Le nazioni con i lavoratori più stressati secondo il rapporto dell’Agenzia Europea: 'Grecia, Cipro, Slovenia, Slovacchia, Malta, Portogallo, Italia, Repubblica Ceca, Bulgaria'

Avv. Gabriella Filippone - Da un articolo pubblicato su Repubblica.it risulta che in vetta alla classifica dello stress collegato al lavoro, tra crisi, riorganizzazioni e scadenze, ci sono i cittadini dei paesi più colpiti dalle recenti politiche restrittive.
L'allarme è dell'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro,  nell'ultimo rapporto, svolto tra la fine di novembre del 2012 e i primi di febbraio del 2013 e di recente pubblicato, che ha monitorato gli umori e lo stato d'animo di quasi 17mila cittadini europei: dipendenti e collaboratori, maggiorenni, e chi  ha un impiego, più o meno stabile. Gli autori della ricerca riferiscono trattarsi di "percezioni" dei lavoratori più che di numeri statistici relativi a fatti verificati.


 I risultati sono stati pubblicati nel rapportoEuropean Opinion Poll on Occupational Safety and Health[1]

live traffic settimanale